La Terra e le distanze

Home

La Terra e le distanze

Sistema Solare

Caratteristiche dei pianeti

Pianeti e stelle

Leggi che regolano il moto dei pianeti

Le costellazioni

I segreti del cielo  

Constellations

Verifiche

 

All’interno del Sistema solare le misure di distanza sono molto più grandi di quelle con cui abbiamo a che fare nella vita quotidiana. Se poi usciamo da Sistema solare le distanze diventano difficilmente esprimibili con le comuni unità di misura: un abisso separa infatti il nostro Sistema solare dalle stelle più vicine. Per esprimere queste enormi distanze si ricorre a particolari unità di misura proprie dell’astronomia che permettono di evitare l’uso di numeri troppo grandi. Le due unità di misura più usate a tale scopo sono l’unità astronomica e l’anno luce. L’unità astronomica UA corrisponde alla distanza media tra Terra e Sole, pari a circa 150 milioni di Km e viene usata un genere per esprimere le distanze tra i corpi del Sistema solare.

Per misurare le distanze dei corpi al di fuori del Sistema solare si usa come unità di misura l’anno-luce: un anno-luce corrisponde alla distanza percorsa in un anno dalla luce nel vuoto: essa viaggia alla velocità di circa 300000 km/s, tale distanza equivale a circa 9500 miliardi di Km. L’anno luce viene usato per esprimere le distanze siderali, dalle stelle più vicine alle galassie più lontane. Per esempio Proxima Centauri, la stella a noi più vicina dopo il Sole, dista dalla Terra circa 4,3 anni-luce. Tra tutte le stelle che si possono scorgere dal nostro emisfero la più vicina è Sirio che dista da noi più del doppio di Proxima Centauri. Per un confronto con i corpi relativamente più vicini alla Terra, si consideri che la Luna dista da noi poco più di 1 secondo-luce, mentre il Sole dista 500 secondi-luce ( 8 minuti e 20 secondi).